PostPickr: guadagnare tempo non è mai stato così semplice!

PostPickr: guadagnare tempo non è mai stato così semplice!

Per fare digital marketing bisogna essere organizzati, infatti chi lavora con scrittura e social network sa perfettamente che è essenziale essere ordinati e calendarizzare le proprie attività. E non sempre ci si riesce: sfatiamo il mito che pubblicare sui social sia un gioco, per farlo servono accurate analisi e la capacità di usare gli strumenti giusti al momento giusto.

In molti chiamano in causa i social media tool, software applicativi web, utilizzabili attraverso qualsiasi dispositivo collegato ad Internet che centralizzano diverse attività in unico ambiente operativo. Il primo e più grande vantaggio? Il risparmio di tempo nella gestione del piano editoriale e l’aumento dell’efficacia finale della comunicazione. Vediamo qual è lo strumento ideale per fare questo.

postpickr_3

Un tool 100% made in Italy 

PostPickr è un tool tutto italiano che serve ad ottimizzare le operazioni di pubblicazione. Se non lo conoscete ancora, conoscerete quasi sicuramente i suoi diretti concorrenti, Hootsuite e Buffer, che però hanno qualche difetto: primo su tutti la scomodità di gestire un programma in lingua inglese. Infatti, anche per chi parla abbastanza bene la lingua, il rischio è sempre quello di perdere una discreta quantità di tempo a procedere per tentativi per capire alla perfezione come funziona il piattaforma. PostPickr è in italiano invece, e non è cosa da poco, perché oltre ad essere stato sviluppato in Italia da un team italiano, lo è anche il customer care, fattore che eviterà inutili incomprensioni.

Questo tool prevede una versione free, naturalmente con qualche limitazione, e la possibilità di scegliere diverse opzioni a pagamento in base alle nostre esigenze e al numero di progetti che seguiamo. Non scoraggiatevi: se dovete gestire una piccola fan page aziendale la versione free va bene. La dashboard è molto pulita e intuitiva, e sottomano ci sono:

  • il numero dei canali social collegati;
  • i collaboratori al progetto;
  • i progetti ai quali stai lavorando, che puoi sbloccare in base al tipo di abbonamento;
  • sezione ultime notizie dal blog PostPickr;
  • idee e suggerimenti per scoprire cos’è successo in passato nella giornata “odierna”.

I dettagli che fanno la differenza

Una delle funzionalità più comode di questa piattaforma è la sezione Importa: sappiamo bene quanto sia impegnativo creare un calendario di pubblicazione per i social network, ma in questo caso il nostro assistente digitale fa il lavoro sporco per noi. Infatti PostPickr dà la possibilità di importare in un attimo le notizie dai canali che preferiamo. Ad esempio, flaggando l’icona di WordPress stiamo dicendo al programma di importare i post del blog, e PostPickr seleziona gli ultimi 10 post dandoci la possibilità di andarli a condividere sui canali o aggiungerli alle rubriche.

Ma non è finita qui: la stessa cosa può essere fatta per importare notizie da una pagina Facebook, dal tuo profilo Twitter o Instagram, e ancora semplicemente tramite un modulo Excel. Sì, potete creare il vostro piano di pubblicazione con un semplice foglio di calcolo, inserendo nella prima colonna il testo del topic che vogliamo condividere, nella seconda il link di approfondimento e nella terza colonna data e ora di pubblicazione. Premete il tasto “importa” et voilà! PostPickr farà il resto. Questa funzionalità è estremamente utile, comoda e intuitiva ed è stata pensata proprio per evitare di fare il lavoro due volte, prima creando un calendario di pubblicazione in Excel (magari condiviso) e poi ricopiando tutto sul programma. Di nuovo, ci permette di risparmiare moltissimo tempo e indirizzare le nostre energie altrove.

Un’altra funzionalità da non perdere è quella della Rubrica:  se vi occupate di gestione social, quasi sicuramente avrete un blog in cui pubblicherete news relative all’attività. Ebbene, con i classici programmi di condivisione siamo limitati alla programmazione del singolo post, ma con PostPickr si possono condividere e organizzare i contenuti dividendoli in rubriche ben precise, scegliendo orari, o anche a cadenza regolare e costante. Basta impostare una rubrica “ad hoc” per i tuoi obiettivi e il gioco è fatto. Per monitorare costantemente il calendario di pubblicazione e le rubriche c’è poi la sezione Palinsesto, molto ordinata e pulita.

Una cabina di regia

Insomma, in una sola piattaforma c’è tutto il necessario, in italiano, per monitorare e organizzare la nostra strategia, ma soprattutto per evitare di sprecare ulteriormente tempo: in più, ogni post è misurabile in termini di performance e audience, e si può vedere chi ha interagito con il post, il sesso e la geolocalizzazione. Sono disponibili sia la versione web che un’app per monitorare da mobile il lavoro in qualsiasi momento. Rispetto ad altri software, ciò che davvero distingue PostPickr è un approccio fortemente orientato alla gestione dei contenuti, che lo rende uno strumento ideale per applicare operativamente il piano editoriale.

Un altro punto di forza è senza dubbio l’attenzione del team di PostPickr alla Customer Experience: oltre a fornire un servizio di assistenza su più piattaforme, PostPickr ha un blog in cui, a cadenza settimanale, lo staff pubblica post inerenti alle funzionalità o guide di utilizzo, mettendoci in condizioni di essere sempre informati sui recenti aggiornamenti e su tutte le possibilità che questo tool ci offre. Noi abbiamo provato diverse app che si occupano di gestione social, ma continuiamo a scegliere PostPickr perché è il più completo nel suo genere.

Se non l’avete ancora fatto provatelo e fateci sapere cosa ne pensate!

Post by Vincenzo Palese

Comments are closed.