Startup lifecycle: il crowdfunding spiegato alle startup

Sperimentazione, tempo e ricerca di un modello di business ripetibile e scalabile. Benvenuti nel mondo delle startup! Caratteristiche basilari del fenomeno startup insieme a un elemento necessario e non scontato: i fondi. Quali sono le possibilità di successo di una startup che non può contare sul self funding? Le opportunità sono diverse. Se siete una startup alla ricerca di risorse economiche il crowdfunding è senza dubbio una di quelle vincenti.

Crowdfunding per le idee: un successo condiviso

Crowdfunding e startup sono già un binomio di successo nella storia recente della digital transformation. L’incontro tra idee e sostegno economico collettivo alle idee è parte di un fenomeno globale di tendenza che sta cambiando le metodologie tradizionali di finanziamento e il mercato stesso. Per le sue caratteristiche, la startup ha più possibilità di incontrare il crowdfunding rispetto alle imprese tradizionali: è il web il luogo di interazione tra i due ambiti. La startup fa della propria presenza nel web il primo veicolo di presentazione del proprio progetto, molto spesso nasce in forma digitale, poiché può essere una app, una nuova tecnologia, una piattaforma, un sito.

Il crowdfunding è una raccolta collettiva di fondi condotta attraverso una piattaforma e attraverso il web, a sostegno di una specifica idea. Le due anime si completano in modo perfetto. L’idea e il veicolo per finanziarla si incontrano in quelle che diventano campagne di crowdfunding. Alla base del modello c’è una variante emotiva e partecipativa. Ogni utente abbraccia un progetto investendo con un contributo economico sulla potenza dell’idea. Crede all’idea. Partecipa al progetto con il proprio contributo. Tanto che sentirà di partecipare in modo unico al successo di un progetto collettivo. Un punto per creare valore e creare una community di riferimento attorno all’idea. E voi siete pronti a creare la vostra campagna?

Crowdfunding per startup: a ogni progetto la sua campagna

Non tutte le idee sono progetti destinati a trasformarsi in progetti di successo. Perché non tutti possono utilizzare un identico percorso di sostegno. Nell’incontro tra crowdfunding e startup è necessario considerare i diversi tipi di finanziamento, ognuno di essi si adatta in modo puntuale a una specifica tipologia di progetto. Donation based crowdfunding, reward based, lending based e equity based: i modelli di sostegno collettivo sono diversi e si adattano alle diverse idee progettuali.

Se il donation crowdfunding è adatto alle organizzazioni no profit. Si lega spesso all’idea di fundraising. Il lending crowdfunding è adatto a startup che hanno necessità di ottenere in fretta un prestito. Per la sua forma, il prestito verrà restituito a progetto realizzato. Il reward (chi non conosce Kickstarter?) si adatta alle startup che intendono stabilire un legame commerciale chiaro e univoco con i propri sostenitori. Di fatto partecipano con un contributo “anticipato” alle fasi di realizzazione del bene acquistato al termine delle fasi di finanziamento.

crowdfunding

L’equity crowdfunding: la scelta vincente

La forma più comune e più utilizzata dalle startup che hanno raggiunto il successo però è quella dell’equity crowdfunding. Le startup stabiliscono un rapporto alla pari con i propri sostenitori: gli utenti che investono in un progetto diventano azionisti, soci finanziatori. Non a caso le piattaforme di equity crowdfunding creano legami tra startup innovative o progetti improntati su nuove tecnologie e business angels. Grazie alla loro social reputation on line, le piattaforme che hanno ospitato campagne equity hanno consentito a decine di startup di raggiungere risultati straordinari. Finanziando un numero altissimo di progetti a partire dalle fasi iniziali.

Mamacrowd è oggi in Italia la piattaforma più rappresentativa di questo modello economico innovativo. Ha finanziato oltre 160 progetti, che vanno dall’healcare alle soluzioni tecnologiche per PMI e imprese a decine di servizi e prodotti. Le campagne di Mamacrowd hanno raggiunto ben oltre 16 milioni di euro. Nello startup lifecycle la scelta di una campagna di crowdfunding diventa decisiva. Rappresenta spesso il limite tra insuccesso di un progetto o il suo passaggio alle fasi successive e infine al successo.

Post by Redazione

Comments are closed.