Storytelling delle comunità per una “nuova” identità verso Matera 2019

Storytelling delle comunità per una “nuova” identità verso Matera 2019

 

“Occorre raccontarsi di nuovo per cambiare la percezione di se stessi, per tracciare nuove rotte alla ricerca di isole sconosciute.”

 

Raccontare storie è da sempre uno dei modi migliori per trasferire la conoscenza e l’esperienza, per creare identità, garantire la continuità dei saperi, preservare le culture e per progettare al meglio il nostro futuro.

Il racconto delle comunità e il concetto di identità sono al centro del progetto di co-produzione di Fondazione Matera-Basilicata 2019 e Gommalacca Teatro, di cui SCAI è partner per la comunicazione.

Aware - matera 2019

 

AWARE. Una NAVE come dispositivo narrativo

“AWARE” è una delle proposte della scena creativa lucana nel palinsesto di Matera 2019 Capitale Europea della Cultura. 

Il suo obiettivo è creare un opus viaggiante che metta in circolo i concetti di identità, trasformazione e mutamento di un territorio e dei suoi abitanti. La realizzazione di un vero e proprio teatro viaggiante che agisca sui territori come un’ambasciata mobile e una sonda culturale.

La sfida lanciata dalla Fondazione era trovare un modo per far circolare la cultura, all’interno e all’esterno dei confini regionali. Ottimo esempio è il Bibliomotocarro del maestro ferrandinese Antonio La Cava, che trasporta sapere nei paesi più periferici della Basilicata.

Gommalacca Teatro ha pensato di mettere al centro della sua idea un’opera incompiuta: una grande “nave” in cemento circondata da palazzi presente nel Rione Cocuzzo della città di Potenza, in cui la compagnia lavora e risiede dal 2012.

AWARE

Oggi va in scena #AWARE con Gommalacca Teatro! La "Nave" tra i palazzi è ora pronta a salpare alla volta di Matera 2019.Noi ci saremo, e voi?#OpenFuture #Matera2019 #CoMatera #GommalaccaTeatro #StayScai

Posted by Scai Comunicazione on Sunday, September 30, 2018

“La nave è un monumento, un’opera d’arte, un giardino pensile, è il simbolo, dell’immobilismo del Sud. Di ciò che è potente e maestoso, ma non trova la forza per muoversi.” 

 

La nave, all’interno del progetto, assumerà il ruolo di dispositivo narrativo, un serbatoio di immaginazione, che si apre su altri mondi e li connette tra loro.

Il suo nome è appunto AWARE (da cui prende il nome il progetto), una parola giapponese che esprime il concetto dellintensa partecipazione emotiva allo spettacolo della natura e al tempo stesso la nostalgia per il suo incessante mutamento.

Il suo viaggio/tournèe debutterà nell’estate del 2019 attraversando la strada che collega il capoluogo di regione lucano a Matera.

 

“Esiste per ognuno di noi un territorio reale e un territorio sognato. Saremo su una nave, tra i palazzi, a guardare come il passato, il presente e il futuro di questa terra possano coincidere nello stesso luogo e nello stesso momento.”

 

AWARE. Il racconto delle COMUNITÀ

 

“Se descrivi bene il tuo villaggio parlerai al mondo intero”

 

Questa citazione di Tolstoj ci fa riflettere su quanto importante sia avere consapevolezza della propria identità e, insieme a questo, cercare di misurarci con il resto del mondo al fine di tirar fuori un’energia d’innovazione culturale.

Incontro con le comunità

 

Primo passo di avvio del progetto: il dialogo con le comunità lucane, che si trovano sulla strada che connette Potenza a Matera, la strada statale Basentana.  Nello specifico Potenza, Albano di Lucania, Calciano-Garaguso-Oliveto Lucano, Ferrandina e Matera.

ReCollocal, un gruppo di esperti di architettura, paesaggio, urbanistica e arte relazionale, nei mesi scorsi si è impegnato a tirar fuori l’identità delle comunità di approdo e ha messo il tutto nero su bianco.

spettacolo gommalaca teatro

AWARE. Destinazione Matera 2019

 

Molte comunità hanno alimentato l’immaginario della nave e del suo viaggio, questo che muoviamo è il primo passo di danza per una ballata sul futuro.

 

La nave è pronta a viaggiare verso Matera 2019. Il suo equipaggio sarà composto dalle persone, comunità, associazioni, voci e racconti che diventeranno storie e saranno tradotti in spettacolo da Gommalacca Teatro e dai partner internazionali.

Ad ogni tappa la sua storia si evolverà, fino ad arrivare sulla gravina di Matera, porto d’attracco ideale da cui ripartire per portare in Europa un simbolo di forza ritrovata.

Con questi “bei propositi” la nave ha sciolto gli ormeggi ed è salpata simbolicamente lo scorso 30 settembre.

 

Alcune immagini dell’episodio “zero” del viaggio che AWARE compirà nel 2019.

 

 

 

Continuate a seguire il progetto su www.gommalaccateatro.it

 

Post by Donatella

Comments are closed.