Un Voucher di 50K per le aziende che vogliono investire in innovazione

Un Voucher di 50K per le aziende che vogliono investire in innovazione

Ancora 70 giorni per poter richiedere alla Regione Basilicata il Voucher per l’acquisto di servizi per l’innovazione tecnologica, strategica, organizzativa e commerciale e l’adozione di tecnologie digitali a vantaggio della propria azienda. Si chiude infatti il 15 Dicembre 2018 la procedura di presentazione delle domande di agevolazione dell’Avviso Pubblico Sostegno per l’acquisto di servizi per l’innovazione tecnologica di prodotto, processo, organizzativa e commerciale delle imprese”, un’occasione da non perdere per tutte quelle aziende che hanno intenzione di portare avanti progetti di ricerca e sviluppo o che vogliono attivare un processo di innovazione organizzativa, commerciale o di digital transformation. Per loro la Regione Basilicata mette a disposizione risorse finanziarie per ben 9 milioni di Euro che potranno finanziare oltre 180 progetti.

L’obiettivo del PO FESR Basilicata 2012-2020 è quello di sostenere interventi che contribuiscano in maniera indiretta o diretta ad incrementare il grado di innovazione ed il livello di competitività degli ambiti tecnologici produttivi prioritari individuati dalla Smart Specialization regionale

  • Aerospazio;
  • Automotive;
  • Bioeconomia (Agrifood e Chimica Verde);
  • Energia;
  • Industria culturale e creativa – ITC

Possono accedere alla misura quindi solo quelle aziende che rientrano nei suddetti settori e che abbiano in programma di avviare un programma di investimento in ricerca ed innovazione coprendo in maniera diretta il 50% delle spese da sostenere.

PRIMO STEP – VERIFICA CODICE ATECO

Se interessati, la prima cosa da fare dunque è la verifica che il codice ateco della propria attività sia presente nella lista dei codici ammessi: VERIFICA QUI!

SECONDO STEP – VERIFICA SERVIZI AMMISSIBILI

Immediatamente dopo è necessario verificare che l’investimento che si ha in mente di realizzare sia effettivamente contemplato nella lista dei servizi ammissibili. VERIFICA QUI!

In generale sono davvero tante e molto interessanti le attività che si possono realizzare: utilizzo di strumenti di CRM, attività di crowdsourcing come barcamp, hackathon, call for ideas, strumenti di marketing strategico e stakeholder engagement, strumenti di identificazione e rintracciabilità dei prodotti, sistemi di community building virtuali, branding digitale, eventi di networking e formazione e tanto altro ancora.

TERZO STEP : VERIFICA DEI FORNITORI

Identificata la tipologia di investimento è importante verificare anche l’affidabilità del fornitore al quale ci si affida, al quale sarà richiesto di dimostrare la competenza e l’esperienza maturata nel settore (vedi art. 6 dell’avviso)

QUARTO STEP: PRESENTA LA DOMANDA

Se tutte le verifiche sono andate a buon fine non vi resta che presentare la domanda, ma anche in questa fase è richiesta la massima attenzione nella compilazione di tutti gli allegati e nella predisposizione del progetto.

Dal momento dell’inoltro della domanda telematica ogni soggetto riceverà entro 24 ore una email con la quale verrà comunicato se la domanda è istruibile o meno. Se risulta istruibile si hanno a disposizione ulteriori 15 giorni per inviare il progetto complessivo che dovrà superare la soglia di ammissibilità totalizzando un punteggio complessivo superiore a 15/27 secondo criteri di coerenza, validità e fattibilità, prospettive di mercato, qualità dei servizi e dei fornitori.

Hai dubbi o perplessità? Vorresti non perdere questa opportunità ma non sai bene come muoverti? Chiamaci ora per una consulenza gratuita allo 0971 46611.

 

Post by angela sorbo

Comments are closed.