Abbiamo scambiato quattro chiacchiere con il team di FIMART ITALIA, startup innovativa controllata dalla società americana Look Lateral Inc. e nata con l’obiettivo di sviluppare il business alla base della piattaforma omonima Fimart (Financial Marketplace of Art): avvicinare il mercato dell’arte all’innovazione delle tecnologie fintech per sostenere in maniera sicura e trasparente gli investimenti in questo mercato vivace e in continua espansione.

LEGGI ANCHE: Equity Crowdfunding: che cos’è e come funziona

Che cos’è Fimart e di cosa si occupa?

Fimart è la piattaforma di Look Lateral che vuole rivoluzionare l’approccio al patrimonio artistico rendendolo accessibile a tutti. L’idea risale al 2016 e nasce insieme alla società americana Look Lateral Inc., nel cuore di San Francisco, un luogo notoriamente pieno di fermento per la realizzazione di nuovi progetti. L’intuizione è questa: aprire l’accesso al mercato virtuale dell’arte globale a tutti coloro che desiderano comprare e/o vendere frazioni di opere d’arte come quadri e sculture. Quindi sostenere l’arte e il suo immenso valore rendendola finalmente un bene comune condiviso da tutti.  

Quale è la business idea di Fimart?

Fimart Italia è una startup innovativa che ha come obiettivo quello di offrire nuove possibilità di investimento, anche grazie ad alcuni strumenti blockchain, in un luogo sicuro per gli utenti e teso a sviluppare l’enorme potenziale dell’ecosistema tecnologico, legale e finanziario dell’arte che interessa da vicino artisti, gallerie, musei, collezionisti, clienti, investitori, sia italiani che europei.

Puntiamo a realizzare la prima “borsa internazionale dell’arte” per consentire a tutti gli attori coinvolti da questo enorme mercato di investire in un asset class solida, in costante aumento da 30 anni (tra il 5% e l’8% annuo) e caratterizzata da bassa volatilità e alti rendimenti.

Come funziona la vostra piattaforma digitale?

La piattaforma di Fimart unisce tecnologia e arte per garantire investimenti in totale sicurezza. Funziona seguendo quattro step fondamentali: il tagging dell’opera d’arte, ovvero l’identificazione dell’opera per mezzo di un’etichetta adesiva ad alta tecnologia che ne assicura l’identità e la trasparenza, una sorta di certificato di identità in versione digitale.

Look Lateral Fimart Platform

Il Provenance System, ovvero l’insieme degli aggiornamenti sul valore, le caratteristiche e i documenti dell’opera che vengono caricati all’interno di un database sicuro, certificato e tracciabile da ogni nuovo acquirente o utente. Il pricing dell’opera d’arte, che grazie ad una metodologia proprietaria di indicizzazione e determinazione del prezzo, sviluppata da Look Lateral insieme al Professore Antonio Mele, restituisce una stima realistica e trasparente dell’effettivo valore di mercato dell’opera. Infine il frazionamento dell’opera su Fimart, un vero e proprio mercato finanziario dell’arte che permette di vendere in modo veloce e sicuro “frazioni” della proprietà dell’opera.

LEGGI ANCHE: 5 motivi per cui dovresti avviare una campagna di equity crowdfunding

Quello dell’arte è un mercato di nicchia. Con Fimart state provando a cambiare le cose?

L’arte è nella natura di ogni essere umano, appartiene a tutti, indistintamente. Con Fimart vogliamo contribuire a restituire questo grande patrimonio alla collettività, per valorizzare e sostenere appieno un bene comune che merita di continuare a crescere grazie al contributo di quanti credono nel valore della cultura e della bellezza dell’arte.

Tutti un giorno potremo permetterci di comprare un Picasso?

Perché no? L’obiettivo di Fimart è quello di rendere l’arte accessibile, alla portata di tutti. Per lo meno, di tutti coloro che credono nel suo valore culturale e vogliono sostenere le grandi potenzialità di un mercato in continua crescita.

La tecnologia Blockchain e gli smart contract sono strumenti che avete applicato al mercato dell’arte, in che modo?

Lo smart contract è lo strumento che rende semplice, veloce e sicuro il frazionamento di un asset o la creazione di un prodotto finanziario. L’altro utilizzo che viene fatto della tecnologia blockchain è collegato alla registrazione di dati e documenti in modo che tali informazioni siano immutabili e tracciabili.

Come vi state sviluppando e che risultati avete raggiunto fino ad ora?

Il nostro team riunisce professionisti dell’arte, imprenditori, consulenti, accademici e leader di spicco, oltre alle figure esperte in tecnologia e finanza. Siamo una squadra solida che intende realizzare le aspirazioni globali della vision aziendale. Finora abbiamo raggiunto diversi e importanti risultati come lo sviluppo del Signature Tag per le opere, la Beta della piattaforma di Fimart, il design dell’infrastruttura legale e finanziaria, la creazione degli indici di pricing di cui parlavamo anche prima, e abbiamo anche consolidato il nostro già solido network di partners.

Avete lanciato la vostra campagna di Equity Crowdfunding su Opstart, ci raccontate i dettagli?

Finora, a livello internazionale, Look Lateral ha già raccolto 2,5 milioni di dollari. La campagna su Opstart riguarda la società italiana, Fimart Italia SRL, che ha l’esclusività del business in Europa. L’aumento di capitale ha un obiettivo minimo di raccolta di 100mila euro e capienza fino a 1,2 milioni di euro. Sarà possibile partecipare fino alla fine di Settembre, con un importo sottoscrivibile di almeno 350 euro. Con le risorse raccolte ci muoveremo principalmente lungo due versanti: lo sviluppo tecnologico della piattaforma e la messa a punto degli strumenti finanziari come prestiti, bond e obbligazioni, oltre alla parte relativa alle attività legali indispensabili per adattare il  servizio al quadro normativo italiano ed europeo.

LEGGI ANCHE: Equity crowdfunding: ecco i 5 errori da evitare in una campagna

Perchè un investitore dovrebbe puntare su Fimart?

Oggi l’arte vale 1,75 trilioni di dollari, le stime ci dicono che in tre anni il suo valore raggiungerà i 2,2 trilioni e nel complesso parliamo di un valore di mercato di circa 67,4 miliardi annui. L’arte è un asset class che non conosce arresti ma continua a crescere da oltre tre decenni a dispetto di recessioni e crisi economiche. Fimart rappresenta il futuro digitale e finanziario del mercato dell’arte, un nuovo e dominante punto di riferimento mondiale. Senza dimenticare che oggi, grazie al Decreto Rilancio, è anche possibile beneficiare dell’incentivo pari al 50% per gli investimenti in startup innovative come Fimart Italia SRL.

Per investire in Fimart è possibile collegarsi alla piattaforma di Opstart.