L’ 1 e 2 ottobre si svolgerà a Bari lo European Crowdfunding Festival, il primo festival sul crowdfunding del Sud Italia, di cui Scai Comunicazione è main sponsor.

Sarà un’occasione per discutere e confrontarsi sull’evoluzione, i diversi campi di applicazione e le prospettive per il futuro del crowdfunding, ancora una volta in modalità completamente online.

Per l’occasione abbiamo rivolto qualche domanda alla Dott.ssa Rosa Porro dell’Università degli Studi di Bari, esperta di crowdfunding e fundraising, che ha organizzato il Festival.

LEGGI ANCHE: Crowdinvesting: risultati record da 908 milioni di euro

Una donna che si occupa di crowdfunding al Sud. Per fortuna nel settore c’è spazio per tutti, ma il meridione come si posiziona nell’utilizzo di questa forma di finanziamento?

Più che donna direi una persona che ha la fortuna, lavorando presso l’Università degli Studi di Bari Aldo Moro, di vivere la vivacità mentale di coloro che rappresentano le nuove leve del futuro. Una freschezza intellettuale che se liberamente espressa rappresenta una risorsa da inserire immediatamente nel mondo profit.

In fase Pre Seed dove non esiste ancora un prodotto o un servizio, e tantomeno un’impresa strutturata, è difficile trovare dei finanziamenti.

Ad oggi il neo imprenditore del meridione non inserisce nella lista dei potenziali finanziatori la “folla”, il crowdfunding, perchè sono stati direttamente o indirettamente protagonisti di una campagna di raccolta fondi negativa.

Per la mia esperienza, questa mancanza di fiducia da imputare  in parte alla nuova categoria dei professionisti che io simpaticamente definisco “Che ci vuole”: rientrano in questa categoria tutti coloro che hanno la presunzione di poter svolgere una professione come quella del social media manager, crowdfunder, fundraiser, senza un’adeguata preparazione, offrendo un lavoro poco professionale.

LEGGI ANCHE: L’equity crowdfunding come strumento di marketing per PMI e startup

Sta per arrivare il primo festival dedicato al crowdfunding. Come nasce questo progetto?

L’idea è nata alla fine di un percorso che è iniziato nel 2018, anno in cui sono giunti professionisti da ogni parte d’Italia per tenere dei workshop sul tema del fundraising e del crowdfunding presso l’Università degli studi di Bari Aldo Moro.

european crowdfunding festival bari

Al termine di questa esperienza, ho riscontrato un interesse sempre più vivo sul territorio con il coinvolgimento di imprenditori, associazioni, fondazioni, studenti e docenti, e così circa 7 mesi fa ho proposto di organizzare non un semplice evento, bensì IL Festival, affinché anche il Sud potesse essere protagonista e fautore del cambiamento a cui tanto auspichiamo.

Quali saranno i temi che affronterete durante l’evento?

Ci saranno interventi inediti tenuti da diversi relatori con la finalità di creare una grande community, condividere idee, esperienze e creare innovazione.

Perchè partecipare al Festival del Crowdfunding?

Perchè non farlo, direi! È l’occasione ideale per venire a contatto con un mondo in forte espansione e con relatori dall’elevato spessore professionale nel settore.

Dove si svolgerà l’evento e come è possibile partecipare?

L’evento si svolgerà online su Rinascita Digitale. A breve saranno fornite tutte le informazioni.

Segui la Pagina Facebook di European Crowdfunding Festival per rimanere aggiornato!