fbpx

YouTube è il secondo sito più visitato al mondo, ma anche un motore di ricerca. Per questo i video richiedono la stessa ottimizzazione SEO delle normali pagine web.

Inoltre, l’ottimizzazione dei video non solo porta a classificarsi più in alto, ma aumenta anche significativamente le possibilità di apparire nei risultati di ricerca di Google ed aumentare il traffico.

Come fare SEO su YouTube? Quali sono i passaggi che devi compiere per ottimizzare i tuoi video? 

Scopri alcuni consigli essenziali per dare visibilità organica ai tuoi contenuti video, raggiungere più persone possibili e creare la tua community.

LEGGI ANCHE – Come creare contenuti SEO friendly

Consigli da seguire per fare SEO su YouTube

Far classificare il tuo video su YouTube richiede più di una realizzazione e un montaggio ben fatti. 

Ecco 6 cose da fare per sfruttare la SEO su YouTube.

  1. Rinomina il tuo file video utilizzando le parole chiave 

Proprio come faresti quando ottimizzi un contenuto scritto, usa uno strumento SEO per identificare prima le parole chiave su cui desideri che il tuo video si concentri.

Una delle mie strategie preferite è utilizzare la funzione Suggerimenti per la ricerca di YouTube.

Tutto quello che devi fare è andare su YouTube e inserire una parola o una frase: quello che otterrai è un elenco di suggerimenti di parole chiave correlati alla tua ricerca.

Ora che hai generato un elenco di keywords, è il momento di scegliere la migliore dal tuo elenco.

In particolare, scegline una a bassa concorrenza. Questo è particolarmente importante se il tuo canale non ha molti iscritti.

Con una parola chiave ben identificata, il primo posto in cui dovresti metterla è nel tuo file video, prima ancora di caricarlo. Perché? YouTube non può effettivamente “guardare” il tuo contenuto per vedere quanto sia pertinente alla tua parola chiave di destinazione. Tuttavia, può leggere il nome del file e il codice che lo accompagna quando viene caricato.

Sostituisci il nome del file con la parola chiave desiderata. Se la parola chiave è “consigli per ristrutturare casa”, ad esempio, il nome del file del tuo video dovrebbe essere “consigli-per-ristrutturare-casa” seguito dal tipo di file video (MOV, MP4 e WMV sono i più comuni compatibili con YouTube).

LEGGI ANCHE – Local SEO: cos’è e come sfruttarla

  1. Inserisci la tua parola chiave nel titolo in modo naturale 

Quando cerchiamo un video, una delle prime cose che ci attirano è il titolo. 

Questo è spesso ciò che determina se lo spettatore farà clic o meno, quindi il titolo non dovrebbe essere solo convincente, ma anche chiaro e conciso.

Sebbene la parola chiave abbia un ruolo importante nel titolo del video, dovrebbe corrispondere esattamente a ciò che lo spettatore sta cercando.

Infine, assicurati che sia massimo di 60 caratteri per evitare che venga tagliato nelle pagine dei risultati.

  1. Ottimizza la descrizione

Il limite di caratteri ufficiale per le descrizioni dei video di YouTube è di 1.000 caratteri. Se scegli di scrivere una descrizione più lunga, tieni presente che vengono visualizzate solo le prime due o tre righe di testo, ovvero circa 100 caratteri. Dopodiché, gli spettatori devono fare clic su “mostra altro” per leggere la descrizione completa. Ecco perché suggeriamo di scrivere per prime le informazioni più importanti, come CTA o link rilevanti.

  1. Tagga il tuo video con termini popolari che si riferiscono al tuo argomento

La Creator Academy ufficiale di YouTube suggerisce di utilizzare i tag per far sapere agli spettatori di cosa tratta il tuo video. Ricorda però che non stai solo informando i tuoi spettatori, stai anche informando YouTube stesso. La piattaforma infatti utilizza i tag per comprendere il contenuto e il contesto del tuo video.

In questo modo, la piattaforma capisce come associare il tuo video a video simili, il che può ampliare la portata dei tuoi contenuti. 

Scegli i tuoi tag con saggezza e non utilizzare un tag irrilevante per avere più visualizzazioni: Google potrebbe penalizzarti. 

Similmente alla descrizione, inizia con le parole chiave più importanti, includendo un buon mix tra quelle comuni e le più lunghe (come quelle che rispondono a una domanda).

LEGGI ANCHE – Rich snippet: cosa sono e come sfruttarli

  1. Aggiungi i sottotitoli

I sottotitoli ti permettono di condividere i tuoi video con un pubblico più vasto, che include sia gli spettatori non udenti o con problemi di udito sia quelli che parlano un’altra lingua.

Il loro utilizzo può aumentare l’ottimizzazione su YouTube evidenziando parole chiave importanti.

Per aggiungere sottotitoli al tuo video, puoi scegliere di digitare, incollare o caricare una trascrizione di testo supportata o un file di sottotitoli e timestamp. 

  1. Ottimizza la pagina del tuo canale

Ottimizzare nel modo giusto non solo i tuoi video, ma anche il tuo canale aumenterà le tue possibilità di apparire nei risultati di ricerca di YouTube. Crea delle grafiche accattivanti e descrivi cosa fai adoperando parole chiave mirate.