Gli ultimi anni hanno decretato il successo dell’e-commerce, in generale in tutto il mondo, ma in particolare in Italia c’è stato un vero e proprio boom. Anche la più piccola attività ha dato spazio allo shop online sul proprio sito e sui canali social offrendo al cliente una moltitudine di possibilità di acquisto. 

Questa tendenza è supportata da importanti numeri, come dimostrato dal rapporto pubblicato da I Say, l’agenzia di comunicazione che ha analizzato il mercato italiano, focalizzando l’attenzione sui dei fenomeni locali confrontati alla situazione internazionale. 

Dunque la domanda alla quale vogliamo dare risposta è la seguente: come sta crescendo l’e-commerce in Italia? 

Leggi anche: QUALI SONO GLI E-COMMERCE TREND DEL 2022

Diamo i numeri sull’e-commerce, come sta evolvendo in Italia

I numeri aiutano sicuramente a capire la forte crescita del settore retail. Dal rapporto “The digital shift” emerge come l’e-commerce in un solo anno in Italia sia aumentato e si sia adattato alle esigenze dei consumatori con una velocità incredibile. L’accelerazione che abbiamo visto dopo la prima ondata di pandemia del 2020 in tempi prepandemici si sarebbe diluita nel corso di un quinquennio e invece, siamo stati partecipi di questa rapidissima evoluzione del settore in un solo anno. 

Quando si afferma l’e-commerce in Italia

Sì, abbiamo ribadito che l’e-commerce sta subendo una grandissima crescita negli ultimi anni grazie al nuovo mercato nato a seguito della pandemia da Covid-19, ma il processo non è nato con la pandemia.

La situazione di crisi del consumo era già un dato nel 2020, quando i numeri rilevavano un calo delle vendite superiore al 5,5% rispetto all’anno precedente.

Le motivazioni di questo calo delle vendite sono da rintracciare nella crisi dei consumi e da una crescente crisi economica che aveva già spinto molte aziende a dirottare le strategie di vendita online su e-commerce e social.

I numeri della crescita dell’e-commerce in Italia

In Italia l’e-commerce ha subito nel corso dell’ultimo anno una vera e propria impennata, riflettendo una modifica nelle abitudini di acquisto degli italiani. Ecco i dati:

  • tra gennaio e marzo del 2020 la crescita dell’e-commerce in Italia era di oltre il 25%.
  • Nel primo trimestre del 2021 l’e-commerce in Italia sale al 78%.

Quali sono le richieste dei consumatori e cosa si aspettano dal mercato? Le richieste dei consumatori sono molto chiare, richiedono:

  • semplicità delle procedure di acquisto online
  • velocità delle transazioni di pagamento e consegna
  • riduzione delle interruzioni in fase di acquisto
  • customer care sempre disponibile e in ogni piattaforma, dal sito ai social.
  • social commerce
  • sostenibilità
  • la possibilità di scegliere dove e come comprare con le stesse condizioni, quindi esperienza omni-canale. 

Ripartiamo proprio da quest’ultimo punto, l’omnicanalità del servizio. Questo sembra essere l’aspetto più rilevante che rimette in gioco l’importanza del punto vendita e quindi dell’esperienza fisica dell’acquisto.

I consumatori vogliono avere la possibilità di avere lo store come punto di riferimento, dove acquisto online e in store possono trovare un punto di incontro. In particolare per alcune categorie di consumatori lo store risulta ancora imprescindibile. 

I nuovi spazi di acquisto dall’e-commerce al click & collect

Un aspetto molto interessante legato allo sviluppo dell’e-commerce riguarda, come abbiamo anticipato, le nuove esigenze dei consumatori, soprattutto in merito alle scelte di acquisto e al modo in cui vogliono finalizzare l’acquisto. La richiesta da parte dei consumatori riguarda nuovi spazi in cui poter vedere, scegliere e testare il prodotto, non necessariamente in base alla propria esperienza, ma magari attraverso le esperienze di altri utenti/consumatori. 

Spazi online e in store, nuovi ma soprattutto innovativi. Infatti lo spazio più amato dagli utenti sono i social, motivo per cui il social commerce è diventato uno degli argomenti più discussi e una delle scelte più indicate per lo sviluppo del business di un’azienda che vuole vendere prodotti online. 

Un altro luogo particolarmente interessante diventa il centro commerciale, che deve trasformarsi in un luogo in cui vivere esperienze di divertimento e intrattenimento, ritirare ordini fatti online tramite il click & collect e testare esperienze di acquisto sostenibili.

Leggi anche: IL SOCIAL COMMERCE, LO SHOPPING DIVENTA SOCIAL

Sostenibilità e sviluppo tecnologico alla base della crescita dell’e-commerce in Italia

Risulta chiaro come sia la combinazione di soddisfazione delle esigenze dei consumatori e lo sviluppo di strategie vincenti delle aziende a far crescere il business in generale e nel dettaglio della nostra analisi l’e-commerce. 

Un altro elemento molto interessante che determina la crescita del settore e-commerce in Italia riguarda le scelte sostenibili da parte delle aziende

I consumatori vogliono esperienze di acquisto rapide, è vero. Il pacco deve arrivare rapidamente, deve essere intatto ma è anche vero che l’imballo deve essere sostenibile, con poco scarto e quel poco deve essere riciclabile oltre che sicuro. 

 

Limpatto ambientale, dunque, ha il suo peso. Motivo per cui la possibilità di scegliere di ordinare online e ritirare in store risulta molto apprezzata dai consumatori, che in questo modo possono vivere un’esperienza di omnicanalità, toccare il prodotto con mano in fase di ritiro in store ed eventualmente procedere con altre scelte di acquisto, dal cambio ad un’integrazione dello shopping.