fbpx

Cos’è il social commerce e cosa lo distingue dall’e-commerce? Già per rispondere a questa domanda potremmo scrivere un lungo saggio tra digital marketing ed economia aziendale, ma non vogliamo annoiarvi! 

Entriamo però nel dettaglio di un fenomeno che ha visto la sua nascita prima della pandemia di Covid-19 e ha trovato nel periodo di lockdown il miglior momento per esplodere a livello mondiale, aprendo le porte a molte aziende per affacciarsi sul mercato in modo innovativo e ha fornito a influencer e content creator molto materiale su cui lavorare. 

Leggi anche: SCOPRI PERCHÈ DOVRESTI APRIRE UN NEGOZIO ONLINE

Cos’è il social commerce

Da non confondere con e-commerce o social shopping, anche se poi sono tre definizioni unite tra loro, il social commerce può definirsi come la fusione tra e-commerce e social network. 

Esempi di social commerce sono Facebook Marketplace e Instagram Shop, ma anche altri social network si stanno evolvendo in direzione di questo nuovo settore di vendite online.

Gli aspetti che caratterizzano il social shopping sono:

  • interattività nell’esperienza di acquisto
  • velocità nella transazione
  • feedback e contenuti creati da altri utenti a disposizione per valutare la qualità dell’acquisto
  • fidelizzazione del cliente.

Vediamo nel dettaglio questi aspetti.

Leggi anche: COME AVVIARE UN E-COMMERCE E FAR RIPARTIRE LA PROPRIA ATTIVITÀ

Social commerce su Instagram, un’esperienza di acquisto interattiva

Il social commerce offre agli utenti un’esperienza interattiva di acquisto, cosa significa in pratica? Un’azienda può vendere direttamente sulla sua pagina Instagram dei prodotti, nella sezione shopping, identificata dall’icona con la borsetta. 

Entrando nello shop si possono vedere tutti i prodotti e cliccando sul prodotto interessato si trovano informazioni sul costo e le caratteristiche del prodotto. Si può salvare il prodotto nella lista dei desideri oppure per maggiori informazioni su può inviare un messaggio all’azienda direttamente dalla pagina del dettaglio prodotto. Per finalizzare l’acquisto però, almeno in Italia, si atterra sempre sul sito e-commerce dell’azienda.

 

 

Ma non è finita qui, perché la sezione shop è solo una parte del profilo Instagram dell’azienda, la parte che guida verso la finalizzazione dell’acquisto. Tutto quello che rientra nella strategia di social commerce dell’azienda viene fatto direttamente sui social, nel profilo ufficiale dell’azienda e nei profili dei content creator, influencer e altri utenti che avranno avuto un’esperienza di acquisto con l’azienda e avranno condiviso i contenuti taggando il profilo dell’azienda. 

Ecco dunque, che il semplice visionare un prodotto che piace, diventa un’esperienza nel momento in cui entra nel circuito dei social e viene integrato nel sistema di comunicazione del social stesso.

Stories condivise, feedback e commenti diventano uno strumento incredibile di risposta per l’azienda e di conferma da parte dell’utente in procinto di fare un acquisto.

Velocità e fidelizzazione grazie al social commerce

L’esperienza di acquisto all’interno dei social è come una passeggiata virtuale. Scrollando il feed su Instagram si incontrano amici con le loro esperienze di acquisto, si scoprono sponsorizzate di aziende e si incontrano gli influencer e le loro adv. La voglia di finalizzare velocemente un acquisto e condividere la propria esperienza con gli stessi strumenti è una leva importante del social commerce. 

Un’esperienza positiva di acquisto, una transazione veloce e un feedback rapido da parte dell’azienda sono elementi che torneranno come boomerang positivo in termini di brand awareness.

Leggi anche: E-COMMERCE: TUTTI I LUOGHI COMUNI E MITI DA SFATARE

Parliamo di numeri, il social shopping su Facebook e Instagram

Cosa è successo dunque? Se già prima della pandemia l’e-commerce stava vivendo un grande slancio, con il lockdown e lo smart working il mercato è completamente decollato. Accanto al boom del digital commerce i social hanno visto una grande crescita, vediamo in termini di numeri:

  • Facebook è cresciuto in un solo anno, dal 2019 al 2020 di più del 9% e la sua ascesa lo mantiene al primo posto tra i social, in tutto il mondo, secondo i dati forniti da Statista, che prevede un ulteriore incremento di utenti entro il 2023.
  • Gli altri social che si distinguono per una forte crescita sono i colossi dei video YouTube e TikTok, Instagram e Whatsapp che registrano un totale superiore ai 4 miliardi di utenti attivi in tutto il mondo.

In termini di consumi invece, qualche dato interessante emerge da eMarketer che, prendendo come base il mercato americano, prevede una crescita superiore al 35% degli acquisti online rispetto al 2020.

Possiamo dunque parlare di una vera e propria evoluzione dei social network che non si accontentano più di rappresentare una piazza virtuale dove condividere contenuti ma si pongono come servizio di scambio e commercio attraverso soluzioni di ecommerce. 

HAI TROVATO QUESTO ARTICOLO INTERESSANTE?

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

 
 
Iscrivendoti alla nostra newsletter dichiari di aver letto, compreso ed accettato la nostra privacy policy.
 
Puoi cancellarti o cambiare le tue preferenze in qualsiasi momento cliccando sugli appositi link nel footer delle nostre e-mail o scrivendo a info@scaicomunicazione.com