Stiamo vivendo gli anni d’oro dell’e-commerce, ma non è sufficiente avere un buon software, è necessario conoscere e seguire i trend per ottimizzare al meglio il business. Scopriamo quali sono le richieste dei consumatori e le sfide che dovranno affrontare le aziende per non perdere terreno. 

E-commerce, come è cresciuto e perché

Nel settore dell’e-commerce si prevede una crescita degli acquisti di circa il 20% rispetto agli store tradizionali. Questo dato è legato ad un altro numero molto importante, quello relativo all’uso di internet. Infatti oltre l’80% della popolazione in Italia utilizza internet, un dato in forte crescita rispetto al biennio 2019-2020 dove la percentuale si assestava in media tra il 75-80%. 

Ne consegue che con il maggiore utilizzo di internet ne abbia giovato anche la scelta degli acquisti online, i dati riportano infatti che quasi il 60% degli utenti nel corso del 2021 ha fatto un acquisto online

Leggi anche: IL SOCIAL COMMERCE, LO SHOPPING DIVENTA SOCIAL

E-commerce trend 2022, le aspettative dei consumatori e la visione delle aziende

Siamo alla ricerca degli ecommerce trend, delle novità esclusive proposte dalle aziende per rendere l’esperienza di acquisto non solo piacevole ma replicabile. Ma non c’è solo il punto di vista delle aziende, è importante partire anche da cosa si aspettano i consumatori dagli acquisti online. Partendo da qui, capiremo meglio le scelte delle aziende per ottimizzare l’esperienza di acquisto.

Cosa vogliono gli utenti dall’e-commerce

Un elemento importante da considerare quando si tratta di e-commerce è la percezione delle problematiche da parte del consumatore. In base ai dati Ipsos, tra i problemi più rilevanti emerge il ritardo in fase di consegna. Aspetti come la privacy e la diffusione dei dati personali invece, non sembra preoccupare i consumatori. I nuovi bisogni dei consumatori nascono con i nuovi stili di vita che si sono creati a seguito della pandemia.

Per alcune categorie di prodotti i consumatori preferiscono esperienze omnicanale, in particolare per prodotti di elettronica e abbigliamento. In fondo, quello che cercano i consumatori è avere un servizio online e in negozio senza differenziazioni. Vogliono la possibilità di scegliere come e dove acquistare, il metodo di pagamento, sia se la transazione avvenga online, tramite social oppure fisicamente in negozio. Come possono rispondere le aziende a queste esigenze?

Quali e-commerce trend devono seguire le aziende nel 2022?

Le aspettative e le esigenze dei consumatori sono chiare. Vogliono un’esperienza di acquisto facile, veloce e divertente. Vogliono poter scegliere se ricevere la merce in casa o ritirarla in negozio e voglio anche poter decidere tra una miriade di modalità di pagamento. Dunque, cosa devono fare le aziende?

Alla luce di queste richieste è innegabile che le aziende dovranno farsi carico di un importante miglioramento tecnologico, sia in termini di e-commerce software che di servizi e contenuti legati ai prodotti. 

Possiamo quindi entrare nel dettaglio e scoprire quali sono gli  e-commerce trend del 2022

Leggi anche: E-COMMERCE, REGOLE E BUROCRAZIA: COME NON COMMETTERE ERRORI

I più significativi trend e-commerce del 2022

Vediamo nel dettaglio i trend che maggiormente influenzeranno il settore e-commerce nel corso del 2022. Dall’omnicanalità alla scelta di più metodi di pagamento, le aziende per avere successo nell’e-commerce dovranno dare una spinta sia a livello strategico che tecnologico.

Offerta omnicanale, stesso servizio online e in store 

Uno dei primi trend che le aziende dovrebbero fare proprio per il 2022 lo abbiamo citato nel paragrafo precedente quando parlavamo delle esigenze dei consumatori e si tratta dell’omnicanalità.

Cosa si intende per omnicanalità? In poche parole significa che l’azienda offre al consumatore un’esperienza di acquisto in cui il consumatore è al centro del business e la sua esperienza non cambia se fa acquisti online o in store. Un esempio vincente di approccio omnicanale è quello di Starbucks con la sua carta fedeltà di ultima generazione che permette di caricare punti ed effettuare pagamenti sia per gli acquisti in negozio fisico che online.

A proposito di omnicanalità, un trend che non deve essere messo da parte e che ha già iniziato a far parlare di sé è il social commerce.

E-commerce trend 2022, il social commerce

I numeri sulla crescita dei social network nel biennio 2019-2021 parlano chiaro rispetto alla necessità degli utenti di vivere esperienze di acquisto su Instagram, Facebook, WhatsApp e i loro compagni minori. A grandi linee parliamo di circa quattro miliardi di utenti attivi che passano il loro tempo sui social

Il social commerce, la fusione di e-commerce e social media, è la possibilità di fare shopping tra un aggiornamento di feed e l’altro, consultando contenuti originali dei brand e sponsorizzazioni, partnership e testimonianze di altri utenti che hanno già acquistato. 

I social non più come esclusivo luogo di ispirazione ma anche di esperienze di acquisto.

Metodi di pagamento, come facilitare la scelta di acquisto

Uno degli aspetti che frena maggiormente le scelte di acquisto sono i metodi di pagamento limitati. La possibilità di scegliere sia online che offline la possibilità di pagare in contanti, contrassegno, carta di credito, Buy Now Pay Later offre sicuramente maggiore successo del processo di acquisto. 

In particolare il pagamento con carta di credito è preferito per oltre il 55% dei consumatori e non solo online, per non parlare della crescente richiesta del pagamento rateale.