Sono state fatte diverse previsioni sui trend 2022 dell’e-commerce e il tratto comune di tutti gli aspetti che aumenteranno la capacità di acquisto online riguarda le aspettative dei consumatori e le potenzialità delle aziende di stare al passo con l’innovazione tecnologica, l’assistenza pre e post vendita. Potremmo chiudere qui l’articolo, come una sentenza semplice e concisa ma, in realtà, sono tantissimi gli aspetti di cui è interessante parlare per capire come compreremo online nel corso del 2022. 

Leggi anche: COME STA CRESCENDO L’E-COMMERCE IN ITALIA

Le keyword vincenti dell’e-commerce trends 2022

Segniamo in agenda le parole chiave che sentiremo definire, spiegare e sviluppare nell’arco di quest’anno quando si parlerà di tendenze in materia di e-commerce:

  • NFT non-fungible token e blockchain
  • Live streaming shopping, content marketing, realtà aumentata e voice commerce
  • Address intelligence 

Un elenco apparentemente semplice ma che in realtà prevede un altissimo livello di competenze tecnologiche e capacità strategiche per sfruttare al massimo le potenzialità di ognuno di questi elementi. Elementi che rappresenteranno, per le attività che puntano sull’e-commerce, la chiave del successo per il loro business. 

E-commerce trend 2022: NFT non-fungible token e blockchain

Uno dei trend più interessanti per l’e-commerce del 2022 riguarda gli NFT, non fungible token, che implicano delle strategie molto creative e interessanti finalizzate alla fidelizzazione del cliente, come programmi fedeltà, tessere sconto, contest e tantissime altre soluzioni.

Si fonda sul principio di multicanalità, ma sfruttare gli NFT è anche una spinta in avanti verso le nuove tendenze social, il terreno più fertile in cui si alimenta e si accresce la brand awareness di chi fa e-commerce nel 2022. Intrattenimento, tecnologia e vantaggi per l’utente sono alla base degli NFT, che hanno trovato ampio spazio nel settore del mercato dell’arte e della musica, basti citare il lavoro del team di Achille Lauro, in occasione del suo show a Milano. Durante lo spettacolo Achille Lauro ha indossato degli elettrodi che hanno tracciato il battito del suo cuore, realizzando un’opera d’arte digitale venduta all’asta in esemplari limitati attraverso gli NFT. Il ricavato di più di cento mila euro è stato poi donato in beneficenza.

L’effetto wow è garantito su progetti di questo genere, ma un’azienda qualsiasi che vende un prodotto tangibile come può usare gli NFT per dare un boost al proprio e-commerce?

A questo proposito sarà utile un altro esempio pratico, questa volta proprio da un produttore di magliette personalizzate che ha usato il social commerce come motore e non poteva non sfruttare il trend degli NFT a proprio vantaggio. Il brand Le Magliette della Salute ha messo in vendita i santini NFT “Ovunque proteggi”, un progetto nato per creare una community, come una carta fedeltà virtuale in cui i proprietari avranno sconti, vantaggi ed esclusive. Diverse tipologie di santini che daranno diritto a diverse percentuali di sconto, regali esclusivi a sorpresa ogni mese.

Live streaming shopping, il trend 2022 dell’e-commerce tra business ed entertainment

Cosa vogliono gli utenti quando comprano online? Vogliono vivere un’esperienza divertente, dalla scelta al consumo del prodotto. Se ne sono accorti per primi in Cina, dove il live streaming shopping ha preso piede per poi diffondersi a macchia d’olio. Si tratta fondamentalmente di un’esperienza di acquisto virtuale in cui c’è interazione tra chi vende e chi acquista attraverso un video. Dalla consulenza in videochiamata al tour dello store, al test del prodotto, questo tipo di esperienza non deve avere un valore puramente informativo ma comunicativo e di intrattenimento.

La scheda prodotto la possiamo trovare facilmente online, così come il video di spiegazione del prodotto. Con il live streaming shopping invece il venditore può sfruttare molti strumenti di comunicazione in più, come ad esempio la realtà aumentata ma anche soluzioni immediate come il voice commerce, che sfrutta la semplicità e la velocità dei messaggi vocali.

Gli aspetti più puramente tecnologici devono andare di pari passo con una strategia di comunicazione chiara e definita, per offrire al cliente un’esperienza immersiva nel mondo del brand finalizzata all’acquisto ma anche alla fidelizzazione.

Leggi anche: IL SOCIAL COMMERCE, LO SHOPPING DIVENTA SOCIAL

Il più classico dei trend per il 2022: la spedizione intelligente. Address intelligence 

Il punto debole dell’e-commerce restano i problemi legati alle spedizioni, dai costi sostenuti per imballi e corrieri alle tempistiche sempre troppo lunghe per il cliente. Per questo tra i trend più importanti per il 2022 in tema di e-commerce vale la pena citare le tecnologie dell’address intelligence, che puntano all’ottimizzazione delle spedizioni gestendole per aree geografiche e proponendo incastri intelligenti con diverse opzioni, tra le quali i clienti possono scegliere già in fase di acquisto. L’obiettivo è solo uno, rispettare i tempi riducendo impatto ambientale e costi per tutti.

Dunque, volendo fare un rapido recap, sembra chiaro che l’e-commerce nel 2022 dovrà avere non solo un altissimo tasso di sviluppo tecnologico ma anche un chiaro obiettivo di comunicazione a sostegno.

HAI TROVATO QUESTO ARTICOLO INTERESSANTE?

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

 
 
Iscrivendoti alla nostra newsletter dichiari di aver letto, compreso ed accettato la nostra privacy policy.
 
Puoi cancellarti o cambiare le tue preferenze in qualsiasi momento cliccando sugli appositi link nel footer delle nostre e-mail o scrivendo a info@scaicomunicazione.com