Potremmo iniziare l’articolo con un sondaggio composto da tre domande da fare ai vostri amici e colleghi. Quanti di voi hanno effettuato un acquisto online nell’ultima settimana? Dove avete scelto di ritirare il prodotto? Su quale piattaforma avete acquistato?

Tre domande le cui risposte vi daranno sicuramente la definizione di e-commerce, social-commerce e infine e-commerce di prossimità.

Leggi anche: QUALI SONO GLI E-COMMERCE TREND DEL 2022

Dall’e-commerce all’e-commerce di prossimità

Parlare di e-commerce e fornire delle definizioni di questo modello di business è diventato semplicistico, la crescita incredibile che ha avuto il settore negli ultimi due anni ha cambiato il modo di concepire il business online da parte delle aziende, a seguito di esigenze sempre più complesse dei consumatori. 

Già alla fine del 2019 i dati sulla crescita dell’e-commerce erano incoraggianti. Le aziende, anche le più piccole a seguito della recessione, stavano già dirottando il business con investimenti importanti sul digital, con piattaforme dedicate all’e-commerce.

Gli stessi imprenditori che all’esplodere della pandemia da Covid 19 hanno visto un’impennata incredibile di acquisti sui loro siti perché già pronti a raccogliere le richieste di chi richiedeva un servizio di e-commerce.

Gli ultimi due anni hanno visto l’evolvere del settore e-commerce in parallelo con le nuove esigenze dei consumatori, che richiedono maggiore flessibilità, velocità, servizio assistenza, presenza sui social e attenzione all’impatto ambientale del prodotto e dell’imballaggio. 

Si sviluppa il social commerce, la vendita tramite social, le strategie correlate alla produzione di contenuti per l’e-commerce partendo dalla pagina shop del profilo aziendale su Instagram e Facebook e si arriva poi ad una nuova esigenza da soddisfare, l’e-commerce di prossimità.

E-commerce di prossimità

Comprare online, sì, ma non necessariamente in un mega store online. Procedere all’acquisto con pagamento online e ritiro in negozio oppure prenotare l’acquisto e finalizzarlo in negozio, magari del quartiere. 

La nuova frontiera dell’e-commerce è nella multicanalità, nella possibilità di avere tutti i servizi offerti dall’azienda in tutti i suoi canali di vendita, senza differenze.

Così, il piccolo negozio di quartiere può scoprire una nuova interessante opportunità di business nell’e-commerce di prossimità, offrendo un’esperienza di acquisto a km 0 con tutti i vantaggi e le semplificazioni dell’e-commerce. 

Leggi anche: IL SOCIAL COMMERCE, LO SHOPPING DIVENTA SOCIAL

I vantaggi dell’e-commerce di prossimità per il cliente

Tra i vantaggi più importanti dell’e-commerce di prossimità c’è il rapporto umano, che nonostante la semplicità della transazione dell’acquisto online non viene meno grazie al rapporto diretto con il negozio, in cui il cliente può recarsi facilmente per il pagamento e ritiro del prodotto.

L’aspetto legato alla sicurezza è stato determinante per il successo di questo tipo di transazioni, infatti la possibilità di accorciare le tempistiche nei negozi, limitata al ritiro del prodotto, permette al cliente di mantenere la sensazione di una giornata di shopping e la velocità dell’acquisto online.

Un altro dettaglio di cui tiene conto il cliente quando decide di pagare e ritirare in negozio è la possibilità di testare con mano il prodotto prima di procedere all’acquisto, la sensazione di acquistare a scatola chiusa si risolve direttamente in negozio.

Come avviare un e-commerce di prossimità

Cosa devono fare le piccole e medie imprese per avviare un e-commerce di prossimità?

Il lavoro da fare sulla carta può sembrare abbastanza semplice, si tratta di integrare all’attività in store classica del negozio la possibilità per i clienti di fare acquisti online

Per le piccole e medie imprese non mancano aiuti e finanziamenti pubblici finalizzati alla digitalizzazione delle aziende. Sfruttando gli incentivi anche il più piccolo dei negozi potrà sviluppare un sito proprietario con e-commerce e una formazione adeguata per la gestione e l’avvio del suo e-commerce. 

Tra i servizi che rendono efficace l’e-commerce di prossimità sono da evidenziare:

  • la consegna garantita in giornata. Scegliere un negozio nel quartiere significa abbattere i tempi di consegna. Per il negozio garantire la consegna in giornata per le zone limitrofe è un enorme vantaggio rispetto ai concorrenti. Questo vale anche se il cliente sceglie di pagare online e ritirare in negozio, bypassando file e ottimizzando il tempo. Basti pensare a prodotti alimentari e di prima necessità. 
  • Miglioramento dell’esperienza di acquisto, grazie alla moltiplicazione del servizio online e in store. La piacevolezza del rapporto umano nell’esperienza di acquisto del negozio di quartiere migliora con la possibilità di semplificare l’acquisto online, spesso valorizzata da sconti e offerte dedicate.

Per i piccoli imprenditori è sicuramente un business da tenere in considerazione, un buon punto di partenza per chi si vuole espandere seguendo i nuovi trend. 

HAI TROVATO QUESTO ARTICOLO INTERESSANTE?

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

 
 
Iscrivendoti alla nostra newsletter dichiari di aver letto, compreso ed accettato la nostra privacy policy.
 
Puoi cancellarti o cambiare le tue preferenze in qualsiasi momento cliccando sugli appositi link nel footer delle nostre e-mail o scrivendo a info@scaicomunicazione.com