Il covid ha messo a dura prova il settore del franchising, ma nonostante le difficoltà economiche il settore ha retto bene, soprattutto quelle attività legate a e-commerce e delivery, destinate a crescere anche nel 2022. 

Gli imprenditori devono rimboccarsi le maniche e far fronte a una situazione che non dà certezze sul futuro, devono riuscire a trovare nuove idee e strategie per sviluppare nuovi business di successo. 

Così come è stato apostrofato da Roberto Lo Russo, giornalista e cultore del franchising nonché co-autore del libro “Franchising italiano 50 storie di imprese che hanno fatto (Im)presa in Italia e la prossima potrebbe essere la tua!” : 

Bisognerà aspettare il prossimo anno per avere una lettura quantitativa dell’impatto che la pandemia ha avuto sul settore. Ma per gli operatori, soprattutto i franchisee, appartenere a una rete si è dimostrata comunque un’arma in più per superare la crisi.

Ma, come è stato affrontato il periodo del covid nella sua fase iniziale da franchisor e aziende? E cosa possono fare per sopravvivere a questa situazione? Scopriamolo in questo articolo. 

Leggi anche: VUOI CREARE UN FRANCHISING? ECCO COME PARTIRE DA ZERO

Franchising e covid: come è stata affrontata l’emergenza?

La pandemia ha messo a dura prova le reti franchising e continua a farlo, obbligando sia franchisor e franchisee ad adattarsi a nuovi scenari, business e nuove procedure operative.

Molti franchisor hanno cercato di limitare i danni e si sono adoperati per far fronte all’emergenza cercando di dare sostegno ai propri affiliati garantendo loro l’erogazione di assistenza e supporto con ogni mezzo possibile, mediante: 

  • consulenza sui protocolli di sicurezza e salute
  • modifiche a prodotti e servizi
  • accessibilità e utilizzo della tecnologia
  • elaborazione di nuove strategie di marketing e promozionali
  • assistenza nelle richieste di finanziamenti, prestiti e contributi
  • supporto in caso di rinegoziazione con i proprietari dei locali

La rete degli affiliati, di conseguenza, hanno avuto un atteggiamento costruttivo, consapevoli che la cooperazione è la chiave per superare questo difficile momento. 

Franchising e covid: verso un nuovo scenario 

È ormai chiaro a tutti che il covid e la sua evoluzione hanno cambiato il panorama mondiale di ogni settore. Quello che si prospetta è un cambiamento nel mondo del lavoro e nelle modalità di consumo. 

Insomma, un nuovo scenario che da l’avvio all’era phygital con una serie di step: 

1. controllo dei processi in modalità remoto

2. miglioramento dei touchpoint e della customer experience

3. creazione di nuove infrastrutture

4. potenziamento dell’approccio glocal

5. flessibilità della supply chain

6. maggiore utilizzo, accessibilità e semplificazione delle tecnologie.

Le aziende, per sopravvivere a questo nuovo scenario, dovranno adattarsi a un mondo nuovo che non è più quello del pre-covid. Dovranno spingere verso l’innovazione dei loro prodotti o servizi, puntare all’internazionalizzazione e al mercato estero, possedere una situazione patrimoniale stabile per dare garanzie al proprio business. 

Come deve orientarsi un’azienda?

Le reti franchising, nel mondo dopo il coronavirus, possono essere una strategia di ripresa per sviluppare nuovi franchising di successo. Possono essere un valido aiuto per le aziende o pmi italiane e per la loro crescita, se queste rispettano determinate condizioni.

Come deve, dunque, orientarsi un’azienda? Con un’attenta pianificazione, controllo della gestione, gestione dei flussi di cassa e analisi del rischio aziendale. 

Cosa può fare un franchisor?

Il franchisor, di conseguenza, per fronteggiare questo periodo storico e adattarsi ai propri affiliati, può:

  • valutare nuovi sistemi di gestione dei costi definiti nel contratto di affiliazione
  • inserire delle attività formative attraverso strumenti online per permettere alla rete di aggiornarsi e adeguarsi al manuale operativo
  • programmare percorsi di formazione per i collaboratori dei franchisee
  • trasmettere i valori e la forza del brand
  • organizzare team working con altri affiliati e proporre nuove idee
  • comunicare con i propri affiliati e i clienti

Leggi anche: COME E DOVE TROVARE INVESTITORI PER LA TUA ATTIVITÀ IN FRANCHISING

I vantaggi delle reti franchising

In questa situazione di incertezza, investire in attività franchising può portare a una serie di vantaggi

  • possibilità di operare nel mondo glocal avvalendosi delle competenze degli imprenditori locali affiliati; 
  • rapido sviluppo grazie al franchising nei mercati italiani ed esteri, di conseguenza acquisizione di un’economia che consente di competere nel panorama globale; 
  • flessibilità e adattamento rapido, due benefici fondamentali di un sistema a rete come quello del franchising che permette sia al franchisor di investire in innovazioni e cambiamenti del prodotto e del suo processo, per adattarsi alle nuove esigenze del mercato, che al franchisee di integrare, con la stessa velocità, le innovazioni del prodotto/servizio; 
  • gestione in remoto dei processi che riguardano un’attività in franchising, questo è possibile grazie all’integrazione della tecnologia;
  • controllo di gestione su tutta la rete affiliata consente di migliorare la situazione patrimoniale. 

Reti franchising e nuove opportunità per i giovani

Fare rete ha permesso di superare le difficoltà, causate dalla pandemia, in modo sinergico e compatto. 

Il supporto tecnico, organizzativo, economico ma soprattutto morale da parte di molti franchisor è stato senz’altro un vantaggio per le reti franchising che in un momento del genere rischiavano di ritrovarsi soli ad affrontare una situazione nuova, senza alcun precedente.

Lo Russo ha commentato così la situazione del franchising durante il covid: 

L’attenzione rivolta alle attività in franchising è cresciuta durante il lockdown. Molte persone hanno colto l’occasione di questo periodo particolare per riflettere sul desiderio e sulla possibilità di cambiare.

Il franchising è la concretizzazione del desiderio di indipendenza. Si rivela essere una valida opportunità per giovani, disoccupati o manager che vogliono percorrere la strada dell’imprenditoria o investire in un progetto entusiasmante per la loro realizzazione professionale oltre che personale. 

HAI TROVATO QUESTO ARTICOLO INTERESSANTE?

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

 
 
Iscrivendoti alla nostra newsletter dichiari di aver letto, compreso ed accettato la nostra privacy policy.
 
Puoi cancellarti o cambiare le tue preferenze in qualsiasi momento cliccando sugli appositi link nel footer delle nostre e-mail o scrivendo a info@scaicomunicazione.com