Quando parliamo di posizionamento SEO si pensa sempre a qualcosa di complicato per addetti ai lavori del web. In realtà, al giorno d’oggi, il posizionamento di un sito web è qualcosa con cui hai a che fare tutti, ogni giorno, ogni volta che utilizzi un motore di ricerca per trovare qualcosa.

Quella lunga lista di risultati che ottieni (detta SERP, pagina dei risultati del motore di ricerca) è solo la prima, probabilmente, di centinaia di pagine che contengono altre pagine web, in cui è presente il risultato della tua ricerca “organica”. Il termine “organica” è inteso come “naturale”, ed individua quei risultati che non sono pubblicizzati per essere trovati, ma che sono lì perché rispettano e presentano determinate caratteristiche.

posizionamento seo
Ecco, la SEO (Search Engine Optimization, ottimizzazione per i motori di ricerca) è proprio quel settore del digital marketing che, applicando strategie e tecniche ben precise, fa sì che un contenuto web si posizioni ai primi posti (non sponsorizzati) della SERP.

Continua a leggere l’articolo e scoprirai le basi della SEO, perché è così importante e qualche consiglio su come raggiungere un buon posizionamento su Google. Partiamo!

LEGGI ANCHE: Perché affidarsi a un’agenzia di comunicazione per il digital marketing

Posizionamento SEO: perché è importante? 

L’argomento SEO è abbastanza vasto e ricco di sfaccettature ma è, sicuramente, interessante, soprattutto se ti occupi di altri aspetti del marketing o intendi far crescere qualsiasi business online.

Prima di apprendere come le tecniche di posizionamento SEO possono esserti utili, cerchiamo di capire perché la SEO è così importante e quali sono i suoi scopi:

  • Visibilità
  • Permanenza sul sito
  • Conversione 

Visibilità

Inutile dire che più in alto si è nella SERP, più è facile che gli utenti visitino quei determinati contenuti o siti. Quello della visibilità è solo una parte di quello che si chiama posizionamento SEO. È un risultato, infatti, che si può raggiungere in un determinato tempo, che dipende da quanto sia online il sito e da vari fattori che vedremo più avanti.

Permanenza sul sito

Una volta raggiunta la visibilità, il passo successivo che un buon lavoro di SEO deve perseguire è far sì che l’utente rimanga sul sito, il più possibile.

Se stai leggendo un articolo che parla della pasta alla carbonara, sarà facile che ti sia consigliato, ad un certo punto, di leggere anche l’articolo che parla della pasta all’amatriciana, e così via. Tutto è finalizzato a far rimanere l’utente sul sito.

Conversione

L’ultimo e, forse, più importante obiettivo della SEO è la conversione. La conversione, nel digital marketing, è il momento in cui l’utente compie un’azione e interagisce con le indicazioni del contenuto.

Questo avviene in modo naturale quando, per esempio, cerchi un’informazione su Google e ti imbatti in un contenuto che la fornisce. È molto probabile che, trovando la nozione interessante o utile, sarai portato ad iscriverti alla newsletter o magari ad acquistare un prodotto che lo stesso sito vende. La tua azione ti “converte” da utente a sottoscrittore o acquirente.

In definitiva, il posizionamento SEO, tramite la visibilità del contenuto nella SERP, garantendo la permanenza dell’utente sul sito, punta alla conversione dell’utente.   

LEGGI ANCHE: 14 previsioni per il 2022 sul Digital Marketing

Come funziona un motore di ricerca?

Alla luce di ciò che abbiamo detto sopra, un buon posizionamento SEO è un obiettivo che, chiunque abbia un sito internet, vuole raggiungere. Ma come fa il motore di ricerca a decidere quali siti avranno più visibilità? Ecco, in breve, come lavora un motore di ricerca.

guida seo base

Fase di scansione

Una volta messo online, un contenuto viene “letto” dal motore di ricerca tramite un’automazione che è chiamata crawler, per verificarne il testo e i link a cui è collegato. Un buon esperto SEO ha il compito di rendere più facile ed approfondita possibile la lettura da parte del crawler, tramite delle tecniche che vedremo dopo.

Fase di indicizzazione

Durante la scansione del crawler, il contenuto o il sito viene indicizzato o archiviato dal motore di ricerca, in base alle parole chiave che contiene. Questo permetterà al motore di ricerca di richiamarlo nella SERP quando, nelle varie ricerche degli utenti, sarà menzionata la parola chiave in questione.

Fase di ranking

Una volta indicizzato e archiviato, il contenuto web avrà un posto nella SERP. Il suo posizionamento o ranking è influenzato da centinaia di fattori, sui quali la SEO può intervenire lavorando sul miglioramento di questo ranking, mediante le tecniche che ti spiegheremo tra poco.

È importante, però, sapere che un contenuto web non deve avere la priorità di soddisfare il motore di ricerca, ma deve, in primis, fornire utilità e valore all’utente.

LEGGI ANCHE: Sito web efficace: le 5 caratteristiche fondamentali

Keyword research e ottimizzazione on-site e off-site

Studiando come si comporta il motore di ricerca, si è giunti ad elaborare metodologie e tecniche che possano influenzare tutte le fasi sopra descritte, per raggiungere un posizionamento SEO di valore. Le aree su cui si muove l’ottimizzazione motori di ricerca sono tre: la keyword research, l’ottimizzazione on-site e quella off-site.

Keyword research: parole chiave per la SEO

La ricerca delle parole chiave è la base dell’universo SEO. Attraverso strumenti appositi, come SEOZoom o SEMrush, infatti, si procede alla ricerca di parole chiave per intercettare le richieste dell’utente (search intent), facendo anche un’analisi dei competitors.

Il consiglio è quello di cercare keyword mediamente specifiche, non troppo generiche, né eccessivamente di nicchia, altrimenti si rischia di non intercettare nessuna ricerca dell’utente. Utilizzare le long tail word, parole chiave a coda lunga, è la soluzione più efficace per avere meno concorrenza nella SERP e raggiungere una nicchia ben definita.

Ottimizzazione SEO on-site

Questa branca della SEO si occupa di migliorare tutti gli aspetti che riguardano l’interno delle pagine di un sito. Ogni pagina ha un front-end (contenuti e immagini) ed un back-end (codice HTML), ed entrambi sono aspetti su cui il SEO specialist deve intervenire per migliorare il posizionamento di un sito.

ottimizzazione seo

In particolare, gli aspetti su cui si focalizza la SEO on-site sono:

  • Contenuti: il contenuto pertinente e di valore è la prima cosa che Google analizza. Se non è originale o non è “semanticamente” corretto, o vi è un uso esagerato e forzato della parola chiave (keyword stuffing), si viene penalizzati nel ranking. Inoltre, bisogna fare attenzione a titoli e paragrafi, in modo che siano corti, leggibili ed efficaci.
  • Crawlability: fornire un percorso del tuo sito (sitemap), al bot che ne farà la scansione, è gradito a Google. Questo permette di verificarne la struttura dal punto di vista del back-end.
  • Linking interno: sempre in ambito struttura, avere dei contenuti correlati tra loro, non solo in ordine gerarchico, è molto importante.
  • Immagini: anche le immagini devono essere rinominate in modo pertinente all’argomento o alla keyword, in modo che siano un fattore di indicizzazione per Google.

Ottimizzazione SEO off-site

L’ottimizzazione SEO off-site riguarda la gestione dei link in ingresso di un sito, i quali sono importanti per dare affidabilità ed autorevolezza, due parametri molto influenti in ambito ranking. Vi sono delle metriche, che Google utilizza, per misurare il numero e la qualità dei link in ingresso su un sito.

Se il tuo sito viene linkato su un contenuto di un sito autorevole, questa autorevolezza viene in parte trasferita al tuo sito, conferendogli valore. Ci sono delle pratiche, come il guest blogging, che sono utili per ottenere questo importante risultato in termini di posizionamento SEO.

Inoltre, fattori come la velocità di caricamento del sito, la sua sicurezza e l’anzianità del dominio, oltre che il numero di pagine visualizzate e il tempo di permanenza degli utenti sul sito, possono incidere sull’autorevolezza e il posizionamento nella SERP.

Conclusioni

Come abbiamo visto l’argomento è molto vasto e con aspetti da approfondire in modo accurato, ma se aspiri ad avere un buon posizionamento SEO per i tuoi contenuti web, il tuo sito o il tuo e-commerce, dovresti pensare di studiare i segreti della SEO, la cura dei contenuti e tutte le accortezze che abbiamo esaminato fin qui.

Vuoi affidarti al nostro team digital per la tua SEO?
CONTATTACI!