Le aziende che hanno un profilo su Linkedin potranno usare uno strumento molto utile per restare in contatto con i propri follower, la newsletter. Direttamente dalla loro pagina su Linkedin le aziende potranno pubblicare delle newsletter da inviare tramite e-mail e visibili direttamente sul loro profilo.

Perché la newsletter su Linkedin è uno strumento valido e come crearla nel modo più corretto, sono i quesiti che approfondiremo in questo contenuto. 

Il profilo aziendale su Linkedin e i suoi vantaggi

Creare una pagina aziendale su Linkedin è una delle prime cose da fare per entrare in contatto con i propri interlocutori che possono essere altre aziende, potenziali collaboratori, potenziali clienti e partner. Il profilo Linkedin di un’azienda è il biglietto da visita, l’ufficio stampa e reclutamento di un’azienda, quindi utilizzare al meglio tutti gli strumenti messi a disposizione dal social è fondamentale e per alcune aziende può essere anche molto fruttuoso. 

La pagina aziendale su Linkedin può diventare una raccolta di contenuti utili per il marketing e per far conoscere le attività, la filosofia e le collaborazioni dell’azienda, nell’ottica di reclutamento ma anche di partecipazione ad eventi. 

Le aziende che hanno un profilo su Linkedin già sono a conoscenza degli strumenti forniti per creare e condividere contenuti. In particolare, Linkedin Pulse è uno strumento molto simile ad un blog che è inserito direttamente all’interno del profilo, in cui si possono pubblicare contenuti da condividere poi nel feed, che resteranno comunque all’interno del profilo. 

Leggi anche – LINKEDIN: PERCHÉ È IMPORTANTE PER MANAGER E IMPRENDITORI

Newsletter Linkedin, perché attivarla

Se la pubblicazione di contenuti dedicati su Linkedin è già consuetudine per i profili aziendali, attivando la newsletter permette di arrivare in modo più diretto al proprio pubblico

Attenzione però, non tutti i profili hanno accesso alla newsletter. Al momento si tratta di un servizio accessibile solo su invito a profili aziendali che superano i 150 follower con un profilo attivo e aggiornato, possono usufruire di questo servizio. 

Infatti, inviando una newsletter l’utente riceverà subito una notifica ai follower per invitarli ad iscriversi alla newsletter e poi ad ogni pubblicazione verranno inviate notifiche push, via e-mail e in app con lo scopo di aumentare le visualizzazioni.

Una premessa importante comunque va fatta, non si tratta delle classiche newsletter veicolate su un social. Linkedin invita i creator a realizzare dei contenuti professionali interessanti per i follower del profilo, che a loro volta potranno scegliere se iscriversi e ricevere la notifica di pubblicazione del prossimo articolo. 

Nella spiegazione del servizio Linkedin precisa come le newsletter possano aiutare ad ampliare il bacino di utenza interessata ad un particolare argomento trattato nei contenuti ottenendo degli utili feedback e commenti in tempo reale direttamente dai lettori. 

Gli obiettivi della newsletter su Linkedin

Il principale obiettivo della presenza di un’azienda su Linkedin è quello di aumentare la propria notorietà e attraverso i contenuti interessanti pubblicati attraverso i vari strumenti, anche accrescere il proprio valore. 

La newsletter su Linkedin permettere di raggiungere anche altri interessanti obiettivi, come:

  • l’affermazione dell’azienda come esperta in un determinato argomento
  • tenere i propri follower aggiornati sulle evoluzioni dell’azienda e sugli sviluppi delle attività
  • rafforzare il brand, mostrando attraverso gli approfondimenti su particolari tematiche i valori del brand
  • produrre dei contenuti così interessanti da indurre i follower ad aspettare il prossimo contenuto pubblicato
  • diventare motore ispiratore per i follower

Leggi anche – LINKEDIN: VIA AGLI EVENTI VIRTUALI E INTERATTIVI CON AUDIO ROOMS

Come pubblicare una newsletter su Linkedin

Una volta compreso cosa sono, chi può utilizzarle e quali obiettivi si possono raggiungere, è necessario passare alla fase più operativa, vale a dire: come creare la newsletter su Linkedin. Si tratta fondamentalmente di tre passaggi: creazione, pubblicazione e revisione. 

  • Creazione. I primo passaggio riguarda la creazione della newsletter con impostazione del titolo, scelta dell’immagine di intestazione (generalmente il logo) e la cadenza di pubblicazione. A seguire inserimento del testo, con la possibilità di inserire link e immagini all’interno dell’articolo. Una volta creata la newsletter si potrà pubblicare un articolo al giorno e sarà possibile aggiungere delle informazioni aggiuntive come commenti, menzioni e hashtags.
  • Pubblicazione. Una volta pubblicata, la newsletter sarà visibile sul feed e verrà comunicato ai follower della pagina aziendale la nuova pubblicazione, grazie ad un’impostazione predefinita di Linkedin. I follower potranno decidere se ricevere le e-mail e le notifiche su Linkedin quando vengono pubblicati nuovi contenuti. L’invio della notifica può essere deselezionata come opzione, se non si vuole avvisare tramite e-mail della pubblicazione della nuova newsletter. 
  • Revisione. Per revisione si intende revisione delle prestazioni, cioè la possibilità di vedere i dati di ogni newsletter inviata e valutare lo sviluppo.

Cosa cambia nel profilo quando viene pubblicata una newsletter? Nella pagina di profilo aziendale sarà visibile nella parte in alto a destra il titolo della newsletter, se invece non è visibile, basterà aprire il menù a tendina.

HAI TROVATO QUESTO ARTICOLO INTERESSANTE?

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

 
 
Iscrivendoti alla nostra newsletter dichiari di aver letto, compreso ed accettato la nostra privacy policy.
 
Puoi cancellarti o cambiare le tue preferenze in qualsiasi momento cliccando sugli appositi link nel footer delle nostre e-mail o scrivendo a info@scaicomunicazione.com