fbpx

Hai finalmente deciso che aprire un’attività in franchising è l’investimento giusto per te? Per avere successo dovrai definire un adeguato business plan

Dopo aver scelto il tipo di franchising e, molto probabilmente, anche il marchio a cui intendi affiliarti, avrai bisogno del finanziamento necessario per avviare l’attività. 

A meno che tu non abbia abbastanza budget per coprire i costi, probabilmente dovrai compensare la differenza tra la quantità di denaro che devi investire attualmente e quella necessaria per aprire e mantenere la tua attività fino al break even point. Questo è momento in cui si inizia a realizzare un vero e proprio profitto.

La creazione di un business plan è fondamentale: non solo ti aiuta ad ottenere i finanziamenti, ma ti obbliga a dare un’occhiata approfondita all’investimento che stai per fare. Ti dà la possibilità di anticipare le sfide che derivano dall’apertura di un’impresa e di smorzare le aspettative irrealistiche.

Dovrà essere costantemente aggiornato ed utilizzato come guida per aiutarti a raggiungere i tuoi obiettivi di business.

LEGGI ANCHE: Gestire i social media di una rete franchising, tra comunicazione corporate e locale

Definire un business plan per un franchising: ecco da dove cominciare

La creazione di un piano aziendale ti costringe a riflettere sul business, analizzare numerose opzioni e progettare formalmente una linea di condotta. Imparerai e capirai di più su come si gestisce un’impresa.

Non esiste una lunghezza standard per un business plan: la cosa principale è che sia abbastanza completo da coprire tutti gli aspetti del tuo franchisee. 

Il documento di divulgazione del franchise (FDD) fornito dal franchisor contiene una grande quantità di informazioni necessarie per completare il piano aziendale. Queste includono il background dell’azienda, una descrizione del mercato di riferimento, il vantaggio competitivo del prodotto o del servizio e le iniziative di marketing, oltre ai costi di avviamento. 

LEGGI ANCHE: Attività in franchising: in quale business investire?

Le parti principali di un business plan

Descrizione dell’azienda 

Puoi cercare le informazioni utili per questa sezione nell’articolo 1 dell’FDD. Inserisci una panoramica del franchising e della sua storia, insieme ad una breve descrizione del servizio/prodotto.

Descrizione del servizio o del prodotto

Descrivi in dettaglio il servizio o il prodotto che il tuo franchising fornirà ai clienti. Anche in questo caso, l’articolo 1 dell’FDD ti darà molte delle informazioni necessarie per compilare questa parte, insieme a ciò che potrai vendere in aggiunta come affiliato.

Analisi di mercato

Concentrati sulla specifica area di mercato in cui sarà localizzata la tua attività in franchising. 

  • Quanto è grande il tuo mercato?
  • Che tipo di persone (demograficamente e finanziariamente) compongono questo mercato?
  • Il mercato è poco servito per quanto riguarda il tuo prodotto o servizio?
  • Se c’è concorrenza, chi sono i tuoi competitor e qual è il tuo vantaggio competitivo?

Inserisci anche le previsioni degli esperti per il servizio/prodotto in termini di tendenze e possibilità di crescita.

Struttura gestionale

Questa sezione si concentra sulle persone che saranno responsabili dell’operatività quotidiana del franchising, in particolare te come proprietario. 

Quest’impresa sarà una ditta individuale o ci saranno più proprietari? Spiega inoltre se sarai coinvolto quotidianamente nelle operazioni aziendali o se le affiderai ad esterni. Per te e per tutti gli altri con una quota di proprietà, se applicabile, specifica tutte le qualifiche aziendali ed eventuali esperienze utili. 

Il tuo team di gestione sarà fondamentale per il successo del tuo franchisee.

Piano di marketing

Come farai ad acquisire i clienti? Fornisci una panoramica degli sforzi pubblicitari e di marketing del franchisor. Inoltre, descrivi il tipo di formazione che completerai prima dell’apertura. Spesso i corsi di marketing e vendita sono inclusi nella formazione iniziale.

Dati finanziari

Questa è la parte centrale del tuo business plan, in cui illustrerai il quadro generale della tua situazione finanziaria e qualche previsione. Includi grafici e tabelle in cui siano presenti costi di avvio, profitti e perdite previsti. Le tue proiezioni dovrebbero essere molto lungimiranti e tenere conto del maggior numero di variabili possibili.

Appendice

Non è una vera e propria parte del business plan, ma una sezione aggiuntiva per presentare elementi che potrebbero migliorare la tua presentazione. Includi i documenti che ritieni necessari per fornire un quadro completo di te e del franchising a cui ti stai affiliando. 

LEGGI ANCHE: Come diventare il prossimo franchisor di successo

Conclusioni

Ricorda che la migliore fonte di informazioni esterna per completare il tuo business plan è proprio il franchisor: alcuni offrono anche assistenza nella preparazione o hanno già modelli o elementi che puoi utilizzare e adattare.

Dopo aver completato l’impostazione iniziale, prenditi il ​​tempo necessario per esaminare attentamente l’intero business plan, affinché la tua nuova attività in franchising possa ricevere i giusti finanziamenti e funzionare con successo.